Presentazione alla Stampa

Fermo, 8 gennaio 2011

 

Si è presentato oggi alla stampa il Centro San Rocco, attraverso le parole del vescovo di Fermo, Mons. Luigi Conti, e del Presidente, Enrico Peroli.

 

“Ipocriti, scrive Luca nel capitolo 12 – ha esordito Mons. Conti –, rivolgendosi a quanti non sanno leggere i segni dei tempi. È con questa preoccupazione che ho sognato la nascita del Centro San Rocco, affidato alla gestione di laici cattolici e alla loro capacità di guardare questi nostri tempi, per avviare un percorso articolato di discernimento su ciò che accade attorno a noi; è con questa attenzione che anche il Centro vuole intercettare il tema dell’educazione, che sta alla base del messaggio dei vescovi italiani per il prossimo decennio, “Educare alla vita buona del Vangelo”. In particolare guardando ai giovani: da loro arriva una sete di libertà e un bisogno di felicità, che dobbiamo essere in grado di ascoltare e comprendere e ai quali siamo chiamati a fornire una luce per la reale comprensione. All’interno della Fondazione “Terzo Millennio”, Il Centro San Rocco prova a dare una risposta a queste domande, vivendo la carità nel senso della proposta culturale, vicino ad una Chiesa che diventa diaconia della carità e si mette al servizio completo dell'uomo”.

 

Nella sua breve ma densa riflessione iniziale, Mons. Conti è sceso poi nel dettaglio delle prime iniziative del centro (la scuola di politica e gli incontri Islam-Cristianesimo) e della sua collocazione nel cuore della piazza di Fermo: “Ci sono almeno due grandi questioni che caratterizzano i nostri tempi e finiscono per avere inevitabilmente anche ricadute locali: l’eclisse di Dio; l’accoglienza e integrazione dei popoli. Il Centro San Rocco, già dalle sue prime iniziative, ci dovrà aiutare a prenderne coscienza, attraverso la promozione dell’educazione ad una cittadinanza responsabile nel suo senso integrale. Anche la collocazione nella piazza, punto di incontro e di discussione per eccellenza, cuore vivo di ogni città, rivela l’intenzione di coinvolgere e animare Fermo e la diocesi, come se si aggiungesse, al mercato tradizionale, una bancarella nuova, in cui promuovere idee”.

 

Il Presidente Peroli si è messo in scia dell’intervento del vescovo, per poi soffermarsi nel dettaglio sulle iniziative già pronte per il primo semestre del 2011: “Il Centro San Rocco cercherà di mettersi al servizio della comunità cittadina e provinciale, ma soprattutto diocesana, offrendosi come uno spazio aperto di confronto su temi e aspetti locali e nazionali, che oggi si intrecciano sempre più e con sempre maggiore frequenza. Vorremmo che il Centro diventasse una vera e propria scuola di democrazia, in cui, in ogni manifestazione che si riuscirà ad organizzare, si possa cogliere lo spirito e l’attenzione a seminare un atteggiamento e una cultura del confronto reciproco e costruttivo. Con queste intenzioni avviamo il nostro itinerario, non a caso, con tre cicli di appuntamenti, tra loro diversi ma uniti proprio dalla vocazione al dialogo: innanzitutto la scuola diocesana di formazione all’impegno sociale e politico, che intende opporre alla politica intesa come mestiere una politica concepita e vissuta come servizio (in un percorso che intende dar vita, oltre gli appuntamenti aperti a tutti, a un gruppo di persone iscritte e interessate che potranno poi vivere dei momenti seminariali insieme e di confronto con amministratori locali); in secondo luogo, nella convinzione che il contributo migliore che si possa dare all’ethos della comunità cristiana sia quello di farsi occasione di dialogo, nascono “Le letture della Bibbia e del Corano”, tre incontri in cui non si parla di dialogo, ma si pratica il dialogo a partire dalla lettura dei due testi sacri e dall’analisi di alcune figure che compaiono in entrambi, ancorati alla convinzione della necessità di imparare a comprendersi e rispettarsi per stabilire dei percorsi di cittadinanza comune; infine, nello spirito del dialogo tra le generazioni, in primavera, un ciclo di appuntamenti dedicato ai più piccoli e ai loro genitori a partire dalla lettura dei testi di Gianni Rodari”. Peroli ha poi anticipato altre attività già in programma e un grande evento al quale il Centro sta iniziando a lavorare in prospettiva del 2012: “Oltre ad una serie di altre attività, che prevederanno incontri con autori, presentazione di volumi e cicli di formazione per i consigli pastorali parrocchiali, il Centro si farà promotore di un grande evento, di rilevanza nazionale, che sarà il “Fermo Bibbia Festival”, che dovrebbe coinvolgere la città di Fermo nell’estate 2012”.

 

Sulla rotta segnata dalla “vocazione a provocare” per rispondere all’emergenza educativa, come Mons. Conti ha chiosato richiamandosi a Papa Benedetto XVI, e protesa alla elaborazione di una “cultura delle virtù”, come Peroli ha accennato in conclusione, anch’egli richiamando le parole del Pontefice, il Centro San Rocco ha mosso il primo passo del proprio cammino.

 

 

 

Segreteria

 

Centro San Rocco

Calendario

18 gennaio

Erede di don Giuseppe Diana e fondatore della Nuova Cucina Organizzata in netta opposizione con la nuova camorra organizzata

25 gennaio

Incontro con Brunetto Salvarani, per la serie "Teologi in piazza"

15 febbraio

Incontro con Luca Diotallevi, secondo per la serie "Teologi in piazza"

21 febbraio

Incontro con don Armando Matteo, terzo ed ultimo per la serie "Teologi in piazza"

01 marzo

Primo appuntamento per la serie "Giovani scrittori"

16 marzo

Incontro con padre Pietro Maranesi in occasione della Festa del Papà

29 marzo

Secondo appuntamento per la serie "Giovani scrittori"

10 aprile

Terzo appuntamento per la serie "Giovani scrittori"

Copyright 2015 Centro Culturale San Rocco - centrosanrocco@fermodiocesi.it

Fondazione Terzo Millennio - P. Iva 02061590440