Centro San Rocco - Notizie

Dio del cielo vienimi a cercare
Data pubblicazione : 27/03/2018
Foto sommario

La voce narrante di Salvatore Miscio e l’armonia delle voci del coro Solidalcanto di Morrovalle, diretto dal Maestro Guido Alici, ci accompagneranno in un percorso di riscoperta della personale ricerca del cantautore genovese, Sabato 7 Aprile, alle 21.15, presso l'Oratorio San Domenico

L'11 gennaio 1999 moriva a Milano Fabrizio De André, cantautore eclettico e, per certi versi, vera icona di un'intera stagione della musica italiana. La sua produzione artistica, ispirata da una sincera passione per l'umano, a partire proprio dai più piccoli e più fragili, ha da sempre affascinato chi non si accontenta di ruoli secondari sulla scena del mondo e, in generale, contribuito a stimolare la riflessione culturale, spirituale e civile del nostro paese, tanto da far trovare posto ad alcune sue canzoni in molte antologie letterarie.

Nell’anno che precede il Sinodo sui giovani vogliano lasciarci interrogare dal percorso di vita di questo giovane, poi uomo, in cerca di un Dio che gli si fa incontro.

Sabato 7 aprile 2018 a Fermo in piazza del Popolo(ingresso libero), Il Centro culturale San Rocco propone lo spettacolo “Dio del cielo vienimi a cercare”.

Guidati dalla voce narrante di Salvatore Miscio, professore all'I.S.S.R. di Foggia, ricercatore presso la Facoltà Teologia Pugliese e autore del libro medesimo (ed. AVE - Roma - 2016), e dall’armonia delle voci del coro Solidalcanto di Morrovalle, associazione culturale no-profit da sempre impegnata in attività di promozione culturale ed iniziative di solidarietà, sotto la direzione del Maestro Guido Alici, ci lasceremo accompagnare in un percorso di riscoperta della personale ricerca del cantautore genovese attraverso proprio le sue canzoni, compagne indimenticabili della vita di molti adulti di oggi, ma anche occasione di riflessione per i più giovani.

Il tentativo è quello di proporre, in un modo sicuramente piacevole, una serata di

ascolto delle canzoni più conosciute di Fabrizio De Andrè, ma anche di riflessione su tematiche complesse e divisive (la sofferenza, la morte, l'ingiustizia)

offrendo a tutti uno spazio di confronto semplice ed accogliente.

Lo spettacolo nasce dal libro omonimo scritto da Salvatore Miscio, frutto del lavoro di approfondimento che l'autore ha compiuto sui testi del cantautore.

Come si legge nell'introduzione al volume, a firma di mons. Nunzio Galantino, saranno "tante le sorprese. La sua capacità di raccontare senza condannare, di coinvolgersi(ti) empaticamente nelle storie dei tanti vinti, la forza evocativa dei suoi versi che lasciavano emergere dal profondo dei suoi personaggi le istanze esistenziali più autentiche, e tra queste la domanda di Dio, della sua paternità, della sua giustizia, del suo punto di vista.

L’ammirazione per Gesù Cristo e la sua umanità, che non vuole pensare “Figlio di Dio… ma figlio dell’uomo” fratello anche suo, del quale però ammira proprio ciò che sappiamo essere prova del suo essere il Dio-con-noi! Oserei dire che, per certi versi, Fabrizio ha compreso Gesù Cristo e la sua missione più di tanti altri che “sanno a memoria il diritto divino ma scordano sempre il perdono".

 

Scarica la locandina

indietro

Calendario

21 febbraio

Incontro con don Armando Matteo, terzo ed ultimo per la serie "Teologi in piazza"

01 marzo

Primo appuntamento per la serie "Giovani scrittori"

16 marzo

Incontro con padre Pietro Maranesi in occasione della Festa del Papà

29 marzo

Secondo appuntamento per la serie "Giovani scrittori"

10 aprile

Terzo appuntamento per la serie "Giovani scrittori"

Copyright 2015 Centro Culturale San Rocco - centrosanrocco@fermodiocesi.it

Fondazione Terzo Millennio - P. Iva 02061590440