rosone

Notizie dalle parrocchie

"Diario di bordo": esperienza di vita comune a Morrovalle

Mi sembra bello quest’anno, condividere l’esperienza della settimana di vita comune con cinque adolescenti di terzo superiore della mia parrocchia attraverso il loro diario. Ogni giorno una di loro , ritagliandosi un piccolo tempo di riflessione, ha trascritto una pagina di racconto della giornata. Per comprendere questo diario occorre tener presente che i giorni della settimana sono stati scanditi da alcuni momenti della vita dell’apostolo Pietro, soprattutto legati alla sua sequela di Gesù. Ogni mattina abbiamo consegnato loro un brano di Vangelo ed una domanda per riflettere durante la giornata

d.Giordano Trapasso, Samuela Torretti, Monica Valentini        i

 
Domenica 08 Marzo 2009
Caro Gesù,

Sono le 22,30 di questa prima sera di “vita comune”. Un’esperienza nuova, entusiasmante, bella ma allo stesso tempo impegnativa. Ci è stato chiesto di vivere la vita di tutti i giorni in comunione con le mie amiche del gruppo, le mie educatrici, il parroco, e …con Te! Sinceramente all’inizio questa proposta mi metteva un po’ di angoscia: i compiti, la convivenza a tempo pieno con i miei amici, “sacrificare” un po’ del mio tempo, del mio spazio, delle mie abitudini…Però sicuramente mi sto rendendo conto che questa opportunità che mi è stata offerta è davvero grande e vale la pena viverla al massimo. In questo momento sono euforica…, speriamo bene, mamma mia che bello, penso che sarà un duro lavoro per le nostre due magnifiche educatrici…Abbiamo fatto da poco il momento di racconto e condivisione, ora sto scrivendo la mia pagina di diario e poi andrò dalle altre a fare un po’ del nostro bellissimo casino!! Vado, a domani!! Ciaooo…

Maria Maura
 
Lunedì 09 Marzo
Caro Gesù,

volevo raccontarti un po’ di un’esperienza appena iniziata ieri sera, nella casa parrocchiale, con il mio gruppo giovanissimi di A.C., le nostre educatrici Samuela e Monica, e il nostro parroco d.Giordano, che si prospetta fantastica. Questa mattina ci siamo svegliate alle 06,00, alle 06,30 abbiamo vissuto insieme un momento di preghiera, poi abbiamo fatto colazione e alle 07,00 siamo uscite per prendere la corriera e andare a scuola (purtroppo!!). Il nostro pomeriggio è stato un pomeriggio di studio, ma anche di tante chiacchiere e risate, è passato velocissimo, soprattutto perché sto insieme a delle persone cui voglio bene e con cui condivido spesso le mie gioie ed i miei problemi. Siamo abituati a vederci solo nel fine settimana, ora condividere tutto con loro, penso sia stupendo. Questa sera, dopo cena, è venuta una coppia di Morrovalle a testimoniarci le difficoltà che hanno affrontato nella loro vita, la bellezza del matrimonio e come la fede li ha accompagnati nel loro cammino. Angela e Luigi sono originari di Napoli ed hanno raccontato la vita difficile di quella città. Il loro parroco era d.Giuseppe Diana, ucciso dalla camorra. Personalmente mi hanno fatto aprire gli occhi su situazioni che avevo sempre considerato un po’ lontane dalla mia realtà di ogni giorno, nel mio paese. Hanno testimoniato la vita difficile di molte famiglie che abitano a Napoli, e ci hanno detto di come la camorra prova a tenerle ogni giorno sotto la paura. Questa testimonianza mi ha permesso di comprendere meglio il dolore di queste persone, le loro paure. Ho capito che a volte è difficile credere nella giustizia, sperare in essa, ho sentito dentro di me il dolore di quelle persone che soffrono ingiustamente. Luigi ed Angela sono venuti a vivere qui a Morrovalle, lontano dal loro paese natìo, con molta difficoltà, pensando alla situazione del loro paese di origine. Loro ci hanno testimoniato una grande fede, perché hanno sempre affidato le loro speranze e le loro preoccupazioni a Te, Gesù, che li aiuti ogni giorno a farsi forza e ad essere felici. Siamo appena alla seconda serata di questa settimana di vita comune, e penso che saranno giorni fantastici, ora però caro Gesù ti saluto perché ho tanto sonno e domani mattina devo andare a scuola!! Ti terrò sempre aggiornato e ogni giorno ti racconterò delle mie esperienze vissute! Ciao, buonanotte!!

Maria
 
Martedì 10 Marzo
Caro Gesù,

ciao, Tu lo sai!! Sto vivendo un periodo, o meglio una settimana di vita comune con le mie amiche. Peccato che siamo…solo 5 ragazze più due educatrici e…il nostro parroco. Oggi è il secondo giorno. In questa notte ci è rimasto impresso il rumore delle finestre. In questa giornata l’esperienza che mi ha colpito è la visita che abbiamo fatto alla comunità di Capodarco, che accoglie disabili, giovani con problemi di tossicodipendenza, persone con vari generi di disagio. Due giovani disabili ci hanno raccontato la loro vita. Sono rimasta molto colpita dalla loquacità e dalla spontaneità con cui ci raccontavano la loro esperienza. Mi aspettavo da loro un po’ di imbarazzo e di difficoltà nel parlare di sé e della propria situazione, ma non è così…Mi ha impressionato la consapevolezza dei loro limiti ed il fatto di non essersi arresi di fronte a ciò. Ti prego per loro, Gesù. Questa è stata la nostra seconda giornata, e spero che Ti sia piaciuta. Ciao, ciao, e a presto!

Gaia
 
Mercoledì 11 Marzo 2009
Caro Gesù,

eccomi qua a scriverti dopo una lunga giornata, bella ma impegnativa. Sono le 23,45 ed è inutile dire che sono stanchissima, ma in questo momento alla stanchezza subentra l’euforia, sì, l’euforia che ormai mi assale da quattro giorni. E’ difficile spiegare a parole le emozioni che sto vivendo in questi giorni: gli orari “sballati”, le risate, le condivisioni, le preghiere, gli sfoghi…tante emozioni che si uniscono alle difficoltà, al mio carattere un po’ troppo strano ed egoista, ma che insieme convivono e mi permettono di affrontare con serenità questa settimana un po’ SPECIALE. Oggi, caro Gesù, è stata una giornata particolare: dopo sei ore di scuola, un pomeriggio trascorso a “chiacchierare” invece di studiare (eh, ogni tanto capita!), siamo andati a Fermo, a Villa Nazareth, ad un incontro con il Vescovo Luigi. La discussione verteva sull’immagine che il mondo ha oggi della Chiesa, ma ciò che più mi ha colpito è la semplicità del Vescovo: l’avevo visto poche volte dal vivo, ma l’impressione che avevo avuto era di un’autorità ecclesiastica un po’ distante dal resto del popolo. E invece no, è stato un’oretta e mezza con noi, a raccontarci della sua vita, delle sue aspettative, della sua responsabilità all’interno della Chiesa, ma ha fatto tutto questo con un’assoluta semplicità e umiltà davvero invidiabile. Il tema della giornata era la Trasfigurazione di Gesù, sul monte, e la domanda su cui ci era stato chiesto di riflettere era: “Quali sono le esperienze belle che hai vissuto nella tua vita? Ti è mai capitato di dire che è bello stare con Gesù?”. Ecco, oggi ho trovato la risposta: nel volto e nelle parole del Vescovo ho riconosciuto l’amore che Tu, Gesù, nutre per noi. Quindi, l’unica cosa che posso fare è ringraziare Te e tutti quelli che ci accompagnano per questa bella esperienza, che mi dà davvero il coraggio di dire a tutti: “E’ BELLO STARE CON GESU’!”.

Silvia
 
Giovedì 12 Marzo
Caro Gesù,

mi trovo qui su questo letto a scriverti…sai, questa settimana sto vivendo in un modo tanto diverso da quello di tutti i giorni. Digiunare da Internet, televisione e cominciare una settimana di pura tranquillità e felicità. Però ti vorrei parlare di questo giorno perché tutte le mattine d.Giordano ci dà una domanda e noi alla fine della giornata dobbiamo rispondere . Quella di oggi è stata: “Quali sono le tue paure ed i tuoi dubbi?!! Quali paure hai nel fidarti di Gesù?” devo dire che questa domanda mi ha fatto riflettere molto, oggi siamo andati a trovare le suore missionarie dell’Amore di Cristo a S.Severino. A dire la verità…, la prima cosa che ho pensato quando sono entrata nel convento è stata: “che tristezza!!!”, dopo, però, una volta conosciute le suore, mi hanno commosso, ma soprattutto mi sono divertita, perché hanno raccontato la loro vocazione in modo bellissimo e commovente, e la cosa più bella è che, o giocando, o scherzando, ti coinvolgono. Una frase che mi è rimasta molto impressa di suor Cinzia è stata: “Quando ti trovi davanti ad una difficoltà, non devi aver paura, ma bisogna andare avanti, affrontare le paure e stare tranquilli”. Beh, a me questa frase ha colpito tanto soprattutto perché io, in quest’anno scolastico, ho vissuto e sto vivendo un momento di grande dolore e di grande paura, perché una mia mica e compagna di classe si è tolta la vita…Io ancora non ho superato questo dolore, anzi ho molta paura perché questo fatto ha lasciato tutti senza parole, perché nessuno si sarebbe aspettato una cosa del genere, da lei che aveva sempre un sorriso, che affrontava le difficoltà con tanta serenità, però nessuno si era accorto del dolore che portava dentro. Insomma, questa giornata mi ha fatto capire che bisogna essere forti e andare avanti, sapendo che nelle gioie così come nelle difficoltà ci sarai sempre Tu, Gesù, a darci un aiuto, un segnale, a farci capire cosa fare ogni volta. Però la cosa più bella che sto riscoprendo in questi giorni è la fede in Te, che mi ricorda che ci saranno sempre persone che mi vogliono bene e mi staranno vicine, e che mi invita ad avere fiducia in me stessa e negli altri. Va bene, Gesù, adesso ti lascio perché vado a dormire, domani mi aspetta una dura giornata. Ci risentiamo, così ti racconto gli altri giorni

la tua Giuliana
 
Venerdì 13 Marzo
Caro Gesù,

mamma mia, mi si chiudono gli occhi, siamo arrivate a venerdì sera, mi sono appena fatta la doccia, è mezzanotte e mezza e mi trovo a scriverti questa pagina di diario. Non è facile trovare le parole per esprimere ciò che provo giorno per giorno. Domenica e sera avevo l’angoscia, un po’ di dubbi e preoccupazioni per iniziare questa settimana mentre adesso ho l’angoscia al solo pensare che domani finirà. Oggi è stata una giornata più riflessiva delle altre. Invece di ascoltare la testimonianza di una comunità o di singole persone abbiamo vissuto l’adorazione eucaristica. Un momento di riflessione, ho avuto l’occasione di ripensare a tutta questa settimana e sono davvero contenta, quasi non mi sembra vero che possano esistere opportunità così stupende e persone altrettanto magnifiche. Non sono mancati momenti belli così come non sono mancati momenti più difficili, momenti di scherzo (ho appena tirato un bicchiere pieno d’acqua sopra una mia amica) come piccoli momenti di tensione tra noi…tutte occasioni di grande crescita. L’unica cosa che sento di dirTi è grazie per questo enorme dono che mi è capitato. Che amarezza, domani sarà l’ultimo giorno che ci svegliamo tutte di fretta alle 06,00 del mattino, usciamo da casa tutte insieme, prendiamo la corriera tutte insieme…davvero giornate uniche. Vabbè, vado, altrimenti domani non mi sveglierò

Maria Laura
 
Sabato 14 Marzo
Caro Gesù,

come ti avevo promesso mi ritrovo qui a raccontarti la fine di questa fantastica settimana. Sai, mi dispiace parecchio lasciare tutto, tutta la tranquillità, le cose condivise, i momenti di gioia e di rabbia, però ti devo dire che è stata un’esperienza bellissima. Porto con me dei ricordi fantastici, ma soprattutto ho imparato che se si riflette anche un secondo prima di fare qualcosa e magari facciamo qualche domanda a Te, perché tante volte capita di parlare con Te, si affrontano poi le cose nel migliore dei modi, ma soprattutto mi sento spinta a vivere la vita con più fede perché questo ti dà tanta sicurezza. Oggi, come giornata, è stata diversa dalle altre, perché è venuto il diacono Achille per farci raccontare, di fronte ad una telecamera per un’intervista, le nostre giornate e per riprenderci in alcuni momenti della vita di tutti i giorni. All’inizio non sapevamo che cosa dire, però dopo, ripensandoci e parlandone, mi è venuta tanta tristezza perché mi dispiace lasciare tutto, tanto sono sicurissima che l’anno prossimo rifarò questa esperienza. Adesso devo andare perché tra poco partiamo ed andiamo al cinema, e s’è fatto un po’ tardi…!!! Ci risentiamo appena trovo un po’ di tempo per raccontarTi come sarà la mia vita dopo questa settimana

Giuliana e Maria

Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Appuntamenti parrocchiali

Nessun evento previsto

Eventi della chiesa

Nessun evento previsto

Eventi di associazioni e movimenti

Nessun evento previsto

Appuntamenti vari nel territorio

Nessun evento previsto

Copyright 2009 Arcidiocesi di Fermo - info@fermodiocesi.it | pec: economato.diocesifermo@legalmail.it | Redazione | Contattaci | Cookies / Privacy Policy

Arcidiocesi di Fermo: C.F. 90006790449 - Via Sisto V, 11 - Tel: 0734.229005 Fax: 0734.229981