rosone

Luca Montelpare

«Meravigliosa musica, mi fa rinascere;
splendida danza antica che mi farà crescere;
e inesorabilmente questa gioia
che mi farà vivere per te…»

Seminario-LucaÈ silenziosa la mia gioia! E fedele la musica nella mia vita! Così, mi affido alle parole di una canzone cara, per raccontare un po’ di me, in questa pagina nuova di vita, mai immaginata prima di cominciarla, ma sempre più preziosa mentre cresce in cuore il desiderio di cercare, di rispondere, di vivere a pieno con Dio! Dopo il tempo della scuola, del catechismo; dopo le esperienze uniche della matematica all’università e della musica nel coro, sono in seminario già da cinque anni.

Sentirmi chiamato a crescere nel conoscere Dio e lasciarmi amare da lui rappresenta il mio rinascere accaduto negli anni dell’università, quando tutto quel che vivevo o facevo, tra studio, famiglia, parrocchia, musica, amicizie, da tempo nascondeva la domanda su cosa e come sarebbe stato il mio futuro come “Uomo”. L’incontro speciale di un sacerdote e di seminaristi, giovani e famiglie delle parrocchia, è stato il mio nuovo incontro con Dio, che ha portato luce ai colori un po’ spenti dei miei giorni. Nella bellezza delle loro testimonianze, le parole di coraggio e gioia nel raccontare di come “seguivano la Volontà di Dio” non mi lasciavano indifferente. Senza chiedermi cosa mi incuriosisse di queste parole, coinvolto in alcune nuove esperienze, mi sono trovato a stupirmi: con i più piccoli in oratorio ho imparato a stare con Gesù; alla Scuola di Preghiera per giovani e ad un piccolo gruppo di adulti mi sono riavvicinato con intensità alla preghiera e alla Parola Vissuta. Così ho cominciato ad intuire quanto la mia vita e le mie scelte sapevano poco di Gesù e soprattutto quanto mi ero allontanato da Lui! Soprattutto stavo conoscendo un Amore diverso! Vinta l’abitudine a rimandare e la mia paura di cambiare ho provato a chiedere un aiuto, provando a cercare di seguire quell’Amore;  sono quindi venute le occasioni di riavvicinarmi alla confessione con maturità e di iniziare un cammino più autentico di fede e di Vita. Piano piano il dialogo sincero con Gesù, all’inizio forse ingenuo ma intenso, nella preghiera, nella natura, nella musica, e soprattutto negli altri giovani o con quanti ho condiviso esperienze di servizio e di vera Chiesa, ha rotto il silenzio che mi impediva di vivere affetti e amicizie e di mostrarmi e vivere come realmente. Questa fiducia ritrovata dentro al cuore ha fatto nascere tanta gratitudine e il desiderio di ridonare tutto l’Amore conosciuto! Seguire Gesù in un modo speciale, nel sacerdozio, che avevo scoperto possibile e bello, mi ha messo in cammino verso nuove domande e soprattutto verso il seminario.

«L’Amore di Dio si è manifestato nell’amore
della famiglia, della parrocchia, delle relazioni e degli affetti veri.
L’Amore di Dio si è donato nel Mistero della Vita:
la nascita, la morte, la salute e la malattia, l’unione e la divisione
che mi hanno portato alla profondità delle esperienze di ogni giorno.
L’Amore di Dio mi ha affascinato con la Bellezza del cielo e della terra:
l’intelligenza e l’amore, la natura e lo studio, la musica e la scienza.
Quando mi sono meravigliato
del mare e della montagna, dei silenzi e dei suoni,
dei numeri e delle forme, dei pensieri e dei sentimenti,
ho visto nel limite dell’uomo la ricchezza che Dio gli ha affidato,
con cui lo ama e lo conduce fuori da sé.»

Ecco le perle preziose, con cui ho capito che Dio da sempre è stato fedele alla mia storia, per chiedermi di lasciarmi amare da Lui e imparare ad accogliere e condividere ogni mia difficoltà o fragilità, facendone pedane di lancio. Ancora oggi si aggiunge l’incoraggiamento quotidiano nel ricordare di percorrere la vita insieme alle molte persone, vicine e lontane, grazie alle quali comprendo che la vocazione non è mia soltanto e non sono solo a viverla, ma cresce con chi accanto mi sostiene.

Nel primo e in ciascun Sì pronunciato per Gesù, quanta pace ha colmato il cuore, senza cancellare domande e preoccupazioni, ma illuminandole, invitandomi ad avere fede e stupore, per i prodigi e la vita che il Signore sa donare e condurre!

Eventi dalla diocesi

02 febbraio 17:00

L'Arcivescovo celebra la Santa Messa nella chiesa di San Francesco a Fermo

06 febbraio 09:30

Nella Vicaria di Corridonia, sul tema "Venite in disparte, da soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po'". Proporrà la meditazione su Mc 6,30-44 p. Giovanni Frigerio, Monaco Cistercense ora a Smerillo

Appuntamenti parrocchiali

Nessun evento previsto

Eventi della chiesa

Nessun evento previsto

Eventi di associazioni e movimenti

Nessun evento previsto

Appuntamenti vari nel territorio

Nessun evento previsto

Copyright 2009 Arcidiocesi di Fermo - info@fermodiocesi.it | pec: economato.diocesifermo@legalmail.it | Redazione | Contattaci | Cookies / Privacy Policy

Arcidiocesi di Fermo: C.F. 90006790449 - Via Sisto V, 11 - Tel: 0734.229005 Fax: 0734.229981